SOSTIENICI

Tutti possono dare un contributo di solidarietà e impegno sociale, nei tempi e nei modi a disposizione di ciascuno.

  1. Diventa VOLONTARI*
    Contattaci e saremo lieti di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno ed illustrarti nel dettaglio le attività della nostra associazione, dentro e fuori il carcere.
  2. Diventa SOCI*
    Diventando soci*, pur non operando come volontari* potrai sostenere effettivamente le attività dell’associazione.
  3. Fai una donazione
    Basta un semplice bonifico. Ricorda che i versamenti verso le associazioni di volontariato sono detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.

Dona con bonifico ad “ASS. DI VOLONTARIATO JABAR”

IBAN:   IT06 J033 5901 6001 0000 0138 446

Le agevolazioni fiscali prevedono la possibilità per le persone fisiche e per gli enti soggetti all’imposta sul reddito delle società (IRES) di portare in detrazione d’imposta e/o in deduzione dal reddito le erogazioni liberali in denaro e/o in natura in favore di ONLUS, secondo le seguenti modalità:
IMPRESE
Le imprese possono dedurre dal reddito d’impresa, scegliendo tra due possibilità:
  • le erogazioni liberali  in denaro per un importo non superiore a euro 30.000,00 o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art. 100 c. 2 l. h D.P.R. 917/1986 come modificato da art. 1, comma 137, lettera b, Legge 23/12/2014, n. 190);
  • le  erogazioni liberali in denaro e in natura per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1, D.L. 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005, +DAI – VERSI).
PERSONE FISICHE
Deduzioni. I privati possono dedurre dalla base imponibile del reddito IRPEF:
  • le erogazioni liberali in denaro e in natura per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1, D.L. 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005, +DAI – VERSI).
Detrazioni. In alternativa i privati possono detrarre dall’imposta IRPEF dovuta:
  • un importo pari al 26% delle erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 30.000,00 euro annui (art. 15 comma 1.1 D.P.R. 917/86 , come modificato da art. 1, comma 137, lettera a, Legge 23/12/2014, n. 190).