Crea sito

Storie di cucina dal carcere

Cucinare in cella non è un’esperienza banale e nemmeno così semplice.
Non si trovano a disposizione tutti gli attrezzi che quotidianamente utilizziamo a casa nostra, a partire dai fuochi della cucina, che qui si riducono ad un piccolo fornelletto a gas, come quello che si usa in campeggio.
Potete immaginare, quindi, quanto sia i tempi di cottura, sia le procedure “operative”, si allunghino e diano vita ad un rituale trasformato e arricchito da nuove modalità.
Anche gli ingredienti a disposizione sono molto variabili, dipende da quello che si riesce a comperare tramite lo spaccio, che a sua volta dipende dai soldi che una persona detenuta ha a disposizione per fare la spesa, oltre a dipendere anche da quanto si prevede di riuscire a conservare il cibo in buono stato (per quanto riguarda alimenti freschi e facilmente deperibili). Sì, perché in cella non c’è un frigorifero e il cibo viene conservato come meglio si riesce.
Durante una delle nostre lezioni di informatica in carcere, uno dei nostri corsisti ha voluto condividere con noi una ricetta di sua invenzione, che sia lui che i suoi compagni di cella hanno trovato molto buona e che viene spesso richiesta allo chef!
Per i tempi di cottura ricordate quanto detto sopra: il tutto cucinato con fornelletto da campeggio.

RISOTTO ALLA “BALDENICH”

A metà agosto 2014 lo chef ha inventato la ricetta di questo piatto.
Era una calda serata di agosto e lo chef Claudio, assieme ai suoi compagni di cella, verso le 18.30 si sono chiesti: “cosa cuciniamo questa sera? Vediamo prima cosa passa il convento?”. Dopo aver visto che il convento offriva poco….lo chef ha inventato questo ottimo risotto!!

Ingredienti per quattro persone:
4 tazze di riso
80 gr. cipolla
80 gr. passata di pomodoro
50 gr. peperoni
50 gr. zucchine
50 gr. spinaci
50 gr. carote
olio extra vergine di oliva
peperoncino qb
sale
pepe
sedano
prezzemolo
brodo vegetale

Procedura:
soffriggere la cipolla con la carota, il sedano ed il peperoncino per 10 minuti.
Aggiungere i peperoni, le zucchine e gli spinaci continuando a cuocere per 15 minuti.
Aggiungere la passata di pomodoro e cuocere per altri 15 minuti.
Aggiungere, infine, le 4 tazze di riso ed il brodo vegetale e cuocere per 30 minuti.
Buon appetito!
fornelletto
Foto tratta da “Cucinare in massima sicurezza”, da un libro di Matteo Guidi (Cucinare in massima sicurezza, edito da Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri, www.stampalternativa.it)